Go to the Posts!

Fino alla fine del mondo

  07:27:59 pm, by Klement   , 564 words  

Da Ivrea fino alla fine del mondo

Animazione missionaria durante il corso neomissionari della spedizione n.142

Come ogni anno, già come una tradizione, una delle otto giornate durante il corso dei neomissionari in Piemonte, sulle orme di Don Bosco, era destinata all’animazione missionaria. Due mete – Istituto Cardinal Cagliero Ivrea con 350 allievi e 25 insegnati e staff assieme al teologato internazionale a Torino - Crocetta con 57 studenti di teologia e 23 formatori. Ringraziamento al direttore d.Eligio Caprioglio che ha messo a disposizione dei missionario come ogni anno un pullman della scuola per tutti gli 8 giorni.

Dal Colle DB fino ad Ivrea in pullman ci vuole 90 minuti. Dopo l’arrivo i 40 missionari e missionarie si sono divisi in gruppi di tre in ogni delle 14 classi per animare tutti gli allievi della scuola elementare e media. Raccontando da dove vengono, perché missionari, dove sono inviati e tante curiosità dei ragazzi, animati dai giochi e canti per 30 minuti, erano dei momenti indimenticabili sia per gli allievi con loro maestri, che si sono preparati al momento ormai annuale. Dopo la venuta negli anni scorsi alcune classi hanno stabilito addirittura un gemellaggio con alcune missioni.

Il segno più bello della visita era un nuovo fatto del gemellaggio tra l’Istituto missionario del Cardinal Cagliero ad Ivrea e il primo aspirantato missionario dell’India, appena aperto a Sirajuli (diocesi di Tezpur, Assam, Ispettoria ING) ultimo luglio del 2011. Una piccola delegazione degli ex-allievi ed Direttore dell’Ivrea, che porterà tutti i 40.000 documenti scannati dell’archivio della casa, si prospetta per il 22 novembre 2011. Inaugurazione ufficiale dell’Aspirantato missionario dell’India, dove si formano i primi 54 aspiranti e prenovizi con loro sette formatori a Sirajuli quindi vuole continuare la storia dei più di 1000 giovani missionari, che si sono formati ad Ivrea tra il 1923 e 1965.

Anche ad Ivrea i missionari sono stati seguiti dall’equipe dell’Eurofilm per alcune interviste. Infatti questo era un segno speciale del corso n.142. Negli ultimi tre giorni una maggioranza dei missionari che provengono dai 15 paesi sono stati intervistati dall’Avvenire, dal Voce del popolo (settimanale cattolico di Torino?), dalla TV Subalpina e Prima radio (Salesiana di Torino). Oltre dai media salesiani, come ANS, Bollettino Salesiano, Notiziario ispettoriale delle ispettorie di provenienza, anche Media Center – Missioni Don Bosco Torino ha dedicato un tempo per intervistare.

Anche un breve incontro con gli studenti della Crocetta nell’aula magna dello Studentato teologico nella sera del 22 settembre era nel segno dell’animazione missionaria. Presenti 57 studenti di teologia provenienti dai 15 paesi, assieme ai 40 missionari-e hanno ascoltate tre testimonianze dei missionari provenienti dall’Angola, Italia e India. D. Klement ha condiviso alcuni elementi base dell’animazione missionaria salesiana, come Gruppo missionari nelle case di formazione e in tutte le opere, formazione missionaria dei Salesiani, Giornata missionaria salesiana (ad esempio del 2012 con il tema di Raccontare Gesù), far conoscere le necessità missionarie della Chiesa e della Congregazione e una passione per raccontare la propria vocazione missionaria ai giovani, ai salesiana, alla Chiesa. Durante il corso i partecipanti hanno ‘scoperto’, che 90% di loro sono stati attirati a considerare la vocazione missionaria da una testimonianza di qualche missionario salesiano o no, che hanno incontrato, ascoltato o almeno letto la testimonianza.

Chiedo una preghiera per i nuovi missionari,
specialmente nei primi giorni e mesi della loro vita missionaria.
24 settembre durante il ritiro al Colle Don Bosco mettono un ultimo tocco
al loro progetto personale di vita missionaria.

d. Vaclav

Chain (3) Magnificat con 36 voci

  09:17:26 pm, by Klement   , 517 words  

Due giorni del pelegrinaggio dei nuovi missionari sulle orme di Don Bosco.
Un'esperienza indimenticabile.
Un tempo di grazia.
Una comunità missionaria internazionale mobile!

Come ogni anno anche nel 2011, la ultima settimana del corso neo missionari significa pelegrinaggio
in Piemonte. Una settimana del tempo meraviglioso, pregando e condividendo il cuore. 30 nuovi missionari salesiani e 6 sorelle missionarie di Carità di Gesù (fondate da mons. Cimatti e don Cavoli).
In mano 64 pagine in 5 lingue (vietnamita, italiano, english, espanol e francese)dalle Memorie dell'Oratorio di Don Bosco per meditare e gustare nei luoghi delle origini.

Ieri a Mornese

siamo stati sfida dal un vento forte nelle vigne della Valponasca.
La finestra aperta al mondo, adorazione verso il Gesù Eucaristia che ha plasmato il cuore di Main.
Per molti missionari era il primo incontro con le vigne, strapanda le uva lasciate dopo la vendemmia.
Siamo arrivati proprio nel giorno della grande festa, quando le FMA hanno riaperto la casa dei Mazzarelli
dopo 3 anni di rinnovazioni, insieme alla Mostra missionaria. Non abbiamo incontrato centinaia degli ospiti però abbiamo finito la giornata alla prima casa madre delle FMA, al Coleggio di Mornese.
Una cosa che mi ha colpito, è una finestra della capella, dove stanno in fila decine delle ragazze
nel primo periodo dell'istituto. Tantissime sono venute al Mornese per offrirsi al Signore con Maria Domenica. Mi sono chiesto - come mai? E mi chiedo - come mai, che oggi non stanno le giovani in fila?
Il fascino della santità non è facile da ripetere...

Oggi a Becchi e Capriglio

La prima giornata nel luogo natale di Don Bosco. Dopo la cena e rosario come ogni giorno una condivisione di vita e 'journaling' - scrivendo il diario spirituale.

I cuori sono in sintonia, quello che dice un Adivasi (India) conferma la testimonianza del mexicano!
la povertà, semplicità e duro lavoro insieme con una profonda fede. Alle origini di Mamma Margherita
e Don Bosco era la saggezza dei contadini, dei vilaggi dimenticati.
Nello stesso tempo siamo coscienti che millioni di persone sono stati raggiunti dal Carisma cresciuto in questo luogo! Pochi minuti al museo missionario, con degli oggetti dai 115 paesi, dice l'impatto mondiale. Però più di tutto parlano le vite dei Santi.

Capriglio, 300 abitanti (oggi come 200 anni fa nei tempi di Mamma Margherita). Ben tre Santi di una villaggio piccolo, dove Giovannino frequentava la prima scuola: Mamma di Don Bosco, Sr. Vera Occhiena, missionaria martire FMA in Mozambique, Don Mario Caustico martire SDB nel 1945. Tre testimoni dell'amore di Dio provenienti dal piccolo villaggio. Anche lo stesso sindaco che finisce i 9 anni del suo servizio, un cittadino impegnato e cristiano profondo, da exallievo salesiano fa tutto per diffondere la devozione a Mamma Margherita. Ogni anno passano circa 25.000 pellegrini al Capriglio.

Spontaneamente viene in mente - GRAZIE: come nel Magnificat di Maria: Il SIGNORE HA FATTO GRANDI COSE con gli umili, con i piccoli, con gli ultimi.

GRAZIE SIGNORE!

Domani andiamo a Castelnuovo e Chieri (nella giornata, festa dei santi martiri coreani),
vogliamo almeno gustare i cammini di Don Bosco camminando da Castelnuovo a Becchi insieme per pranzo.

GRAZIE SIGNORE
per poter camminare sulle TUE STRADE COME DON BOSCO!

Chain (3) Missionary provincial - UK

  10:17:05 pm, by Klement   , 391 words  

Loving kindness, assistenza, stay together, presence!
Those are the key words shared this morning in the first session
about Initial proclamation of Christ with 37 new missionaries.
Before telling the story of Jesus for the first time through our talk, sharing of our faith, we are called to listen and become friends.
So far, nothing extraordinary or special!

Full story »

Prayer for the promotion of the Salesian Brother:

  10:59:52, by admin   , 83 words  

"God our Father, you have called young men to follow You as disciples in Your vineyard. We pray for more Salesian Brothers who will continue to be apostles in deed more than in word, men of deep prayer, hard labor and source of constant joy; persons trusted by all, loved by confreres, real builders unto eternity, men who will embrace our Salesian spirituality and have their personal Christian experience lived within & shared with others. Amen."

Composed by Bro. Joselito Dela Cruz (FIN)

A thought from Fr J.B. Zen

  11:29:32, by admin   , 354 words  

This is a short article from Rev. Fr. John Baptist Zen, a confrere working and living in Tainan community (Taiwan). The regional Fr. Andrew Wong requested him to share his experience on personal intimacy with the Lord as the source of one’s perseverance in the Salesian vocation.

I am a practical man, I try to take the things seriously, so also with my relations with Christ. I tried to conduct an upright life, according to the regulations of the Aspirantate first, then according to the Salesian Constitutions and Regulations after the Religious Profession and according to the demands of the priestly ministry, one may say, a regular life, but not legalistic life. I have the habit to make the daily regular visits to the Blessed Sacrament with special intentions, for the vocation, for the benefactors etc.; but rather short visits only, and during which I have my formulated expressions.

Now that I am retired and have more free time, I say more rosaries, occasionally 5 mysteries before lunch, five mysteries after lunch and some times another 5 mysteries at tea time and finally 5 mysteries with the community after the supper….

Once, maybe there was a very, very short familiar conversation with Our Lady; it was in the period of frightful SARS. Exactly on 23 May 2003. By 23:00 I finished reading the newspaper and before going to my room I passed by the chapel and make a short visit to the Blessed Sacrament. Then I turned to the statue of Mary Help of Christians and said more or less in these simple terms: "Oh good Holy Mother, the SARS have already taken away 60 lives in Taiwan. It must stop." Then I heard a soft response: "Well, you ask this; but what price are you ready to pay?" Then my immediate response was: "I am ready. Take or do what you like". Next day, Solemnity of MHC, and it was a Saturday, by 5:00 pm approximately, I got that light hemorrhage (stroke). I think, since I was not yet ripe for heaven, Our Lady took my words very mildly, kindly put me in repose which I consider as a blessing.

1 ... 63 64 65 66 68 70 71 72 73 ... 124

Go to the Top!